Anche Gli Austriaci Piangono

griffnerFranco Franceschet, il mio primo maestro alla Grosso Legnami diceva spesso ai clienti: “Se te gà da negarte, mejo farlo nel mar grando che in quel ceo!!!

Nel 1999 forse aveva ragione..ma oggi ?!

Dialogo tra un venditore di case in legno austriaco e uno italiano.

  • In Austria diamo 30 anni di garanzia! E voi?  No, noi no… forse arriviamo a 10!
  • In Austria costruiamo case in legno da 50 anni ! E voi? No, noi no…50 anni fà in Italia si usavamo ancora i tondini di ferro lisci.
  •  In austria siamo leader del Fertigbau e voi ? No nenche questo facciamo!
  • gli austriaci  producono il lamellare per tutta l’Europa! E voi? No noi no…lo compriamo dagli austriaci perchè in Italia non c’è una politica forestale intelligente e chi si è messo a produrlo è fallito!
  • In Austria ai clienti Italiani chiediamo una poliza fidejussoria!  e voi? No in Italia dobbiamo dare noi una poliza decennale postuma e oggi con la crisi che c’è vanno bene anche i S.A.L.
  • In Austria abbiamo 100 modelli di casa bellissimi ! E vero, noi purtroppo siamo in Italia e qui ogni comune ha un regolamento edilizio diverso.
  • Le aziende del legno austriaco si sono unite e sponsorizzano la promolegno per venire a vendere in Italia! No noi no! noi ci massacriamo di sconti ,cerchiamo di farci le scarpe a vicenda e veniamo in Austria solo per sciare e fottere!!!
  • In Austria abbiamo l’assicurazione sul credito! e voi? No da noi le aziende saltano anche per i lavori pubblici non pagati!
  • Hei ma lo sai che in Austria è fallita la Griffner? Certo che lo so…è un mese che vi si piglia per il culo!!!

Poesia della Torre

 

 

 

 

Si ode rumore scrotale di fondo
Nel secondo vertice del nostro mondo
Unioni firmate sono state spezzate
e nelle valli risuonan risate
L’Oracolo del Nord lo aveva predetto
Mentre ora il divieto è Verdetto
Come La volpe, l’uva ci sembrerà di guardare                                                                    Ma come è bello sulle reti restare
D’Ebano e Avorio è il terreno del campione
Se muovi la Torre perdi il Pedone.

Prog-Eco 2.0

Ieri la domanda era:  E’ possibile progettare una nuova azienda in un momento di crisi come quello in cui viviamo? Qualcosa  che sappia essere efficace? Che possa generare valore aggiunto per tutti?

Prima dobbiamo conoscere la concorrenza,  poi analizzarne le caratteristiche ed infine …buttare via tutto e riscrivere qual’cosa di nuovo.

Tratto da Progeco2.0 Continua a leggere